Come fiato in salita

C’era un fisarmonicista che suonava con l’amplificazione rotta. Non si sentiva praticamente nulla, ma lui andava avanti lo stesso, senza freni, per non correre il rischio di uscire dal vortice di quell’energia. C’era una ballerina prima nera, poi bianca, poi rossa. C’erano ragazze che ballavano sotto il palco, senza scarpe. Belle da piangere, praticamente emerse … More Come fiato in salita

Legittime aspirazioni

“Si deve escludere che l’aspirazione al riconoscimento dei diritti delle donne passa essere realizzata soltanto attraverso il riconoscimento dell’uguaglianza delle donne”

“Si deve escludere che l’aspirazione al riconoscimento dei diritti delle persone di colore possa essere realizzata soltanto attraverso una equiparazione delle persone di colore” … More Legittime aspirazioni

Primule, temporali

Tendenzialmente non sono – o, perlomeno, spero di non essere – una persona campanilista.

Non sono capace di definire con precisione cos’è una patria, ma a sentimento intuisco che quello di “appartenenza a un luogo” è un concetto evanescente e applicabile a tante cose diverse tra loro … More Primule, temporali

Just Humans

Ogni giorno, in giro per New York, un fotografo ferma un passante e si fa raccontare la sua storia. Poi gli scatta una fotografia (in alcuni casi un ritratto vero e proprio, in altri un dettaglio del corpo, o la schiena, o ancora semplicemente qualche oggetto … More Just Humans

Giudizi universali

Nel mio appartamento, in alcune fortunatissime mattine d’autunno, dalle finestre entra una luce che non si può spiegare. Il sole – per pochi minuti, e per pochi giorni all’anno – si trova ad essere all’altezza ideale per illuminare la parete gialla della casa di fronte e poi riflettersi di nuovo da noi, rimpallando dentro le stanze … More Giudizi universali